GIORNALIERE

Le lenti a contatto sono le migliori amiche di molti, che non potendo rinunciare all’aiutino per vedere meglio, ma preferendo abbandonare gli occhiali, più scomodi, ingombranti, hanno trovato proprio in queste piccole lenti un vero compagno di vita, un alleato insostituibile.

Vediamo insieme i diversi tipi di lente, a cominciare dalle lenti giornaliere, le più comode e diffuse oggi in commercio.

• Le lenti giornaliere
Durano 24 ore, esattamente dalla mattina alla sera, poi devono essere gettate nell’immondizia e, il giorno successivo, sostituite con un altro paio: le lenti a contatto giornaliere sono lenti morbide e facili da usare: si tolgono dalla confezione, si indossano e la corretta visione è assicurata per tutta la giornata.
Il pregio principale di questa soluzione quotidiana è che si riduce praticamente a zero il rischio connesso all’igiene delle lenti a contatto, che non devono essere pulite e lubrificate, e non possono essere contaminate da agenti patogeni o microrganismi potenzialmente pericolosi per la salute.

• Le lenti morbide, un’evoluzione
Se le prime lenti apparse sul mercato erano rigide, scomode, poco confortevoli e difficili da tollerare, negli anni successivi, con l’evoluzione di scienza e tecnologia, sono arrivate le lenti a contatto morbide, ben tollerate, comode, pratiche e facili da utilizzare. Tra le lenti morbide, si possono distinguere quelle semestrali, annuali, mensili, settimanali e giornaliere.

• No al fai da te: ottico e optometrista
Meglio evitare di prendere decisioni affrettate, basandosi solo sul consiglio di un amico o sul “sentito dire”: il primo consiglio prezioso è di rivolgersi sempre a uno specialista esperto, chiedendo consiglio per la scelta. L’optometrista e l’ottico sono i referenti e i consiglieri migliori.

Lenti a contatto giornaliere
Share by: